#

Premio 'Una vita per i rifiuti'

Il Comitato Scientifico Internazionale del Simposio Sardinia ha istituito nel 1999 il Premio "Una Vita per i rifiuti" da consegnare ogni due anni, e rivolto ad una personalità scientifica di alto livello che abbia nel corso della sua attività scientifica dato un particolare contributo all’avanzamento del livello tecnico e scientifico della gestione dei rifiuti solidi.

Nell'edizione 2015 il premio "Una Vita per i Rifiuti" è stato assegnato per la prima volta ex aequo a Werner Bidlingmaier (DE) e a Bernd Bilitewski (DE). I premi sono stati consegnati venerdì 9 ottobre 2015, durante la nota Cena di Gala del Simposio.

 

  • 2015 - Werner Bidlingmaier

    Dal 1997 è professore di Gestione dei Rifiuti presso la Bauhaus University di Weimar (DE) e presso l’Università di Essen (DE).
    Nominato professore esterno presso l’Università di Stoccarda (DE) nel 1991, è stato il direttore della stazione di trasferimento dei rifiuti organici di Weimar dal 1998 al 2001.
    È vicerettore di Sviluppo Internazionale alla Bauhaus University, Weimar. Nel 1984 ha ricevuto lo "Scientific Award University of Brussels".

  • 2015 - Bernd Bilitewski

    È stato professore ordinario di Gestione di Rifiuti Solidi, ha ottenuto la cattedra di Educazione alla Gestione dei Rifiuti Solidi ed è stato ricercatore presso Dresden University of Technology dal 1994 al 2011. Nel 1995 ha fondato l’ “Institute of Waste Management and Contaminated Sites Treatment Dresden University of Technology”, che dirige dal 2004. Nel 2007 è stato insignito di un dottorato onorario dalla Vietnam National University di Hanoi. Dal 2008 è presidente e membro scientifico di Catalan Institute for Water Research (ICRA) presso l’Università tecnica di Girona (ES). Attualmente è fondatore e direttore di INTECUS GmbH, nonché esperto di gestione dei rifiuti solidi a livello nazionale ed internazionale. Inoltre ha scritto 50 libri e oltre 400 articoli e capitoli di libri e riviste scientifiche dal 1975.

  • 2013 - Jean Bogner

    Jean Bogner è Research Professor presso l’Università dell’Illinois – Chicago (US). In precedenza ha lavorato all’ Argonne National Laboratory per oltre vent’anni. Le sue ricerche si concentrano da più 35 anni sulla formazione, emissione, migrazione, recupero e riutilizzo del gas in discarica.
    Ha collaborato a numerosi progetti sul recupero dei gas in discarica sia a livello nazionale che internazionale, tra cui il progetto Clean Development Mechanism (CDM) nei paesi in via di sviluppo. Nel 2007 ha coordinato la stesura del capitolo sulla Gestione dei Rifiuti per il 4° Assessment Report dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC).

  • 2011 - Hector Collazos

    Hector Collazos si è laureato in topografia presso la Universidad del Valle, a Cali in Colombia, nel 1960, presso cui ha insegnato la medesima materia dal 1961 al 1967. Nel 1967 ha anche conseguito la laurea in Ingegneria Sanitaria nella stessa università. Dal 1969 al 1979 ha lavorato per il Ministero della Salute colombiano occupandosi di elaborare le direttive generali per l’igiene ambientale del Paese. In particolare si deve a lui la stesura del Codice Nazionale di Sanitizzazione (legge 09 del 1979). E’ stato membro di numerosi istituti legati alla progettazione, la costruzione di sistemi di protezione ambientale. Ha diretto il primo studio diagnostico sui servizi dei rifiuti solidi urbani del Paese, dal quale è poi nato il programma PRONASU (Programma Nazionale sui Rifiuti Solidi Urbani). Dal 1976 al 1990, è stato professore di Rifiuti Solidi nei corsi di laurea in Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale, presso l’Università Nazionale della Colombia. Ha inoltre insegnato biostatistica ed epidemiologia nei corsi di laurea in Ingegneria Civile e nel master in Igiene Pubblica della facoltà di Medicina dell’Università Nazionale della Colombia.

  • 2009 - Rainer Stegmann

    Rainer Stegmann è stato professore presso l’Istituto per la Protezione dell’Ambiente dal 1982 al 1990 e direttore dell’Istituto di Gestione dei Rifiuti presso la Technical University of Hamburg, Germania. In pensione dal marzo 2008, è uno dei più importanti ricercatori nel campo della gestione dei rifiuti, in particolare per quanto riguarda le discariche sostenibili, la digestione anaerobica, la generazione e il controllo del biogas e il trattamento di siti contaminati.
    Ha coordinato numerosi progetti di ricerca nazionali ed internazionali, ed è stato membro del comitato scientifico di Shanks, Regno Unito. Dal 2009 al 2011 ha diretto il Centro di Ricerca 3RC presso la Nanyang University of Technology (Singapore), per il quale è attualmente consulente scientifico. Partecipa all’organizzazione di conferenze nazionali ed internazionali. Ha pubblicato più di 300 articoli scientifici e numerosi libri. Dal 2008 è inoltre Presidente dell’IWWG (International Waste Working Group).

  • 2007 - Grahame Farquar

    Grahame Farquhar ha iniziato la sua attività di ricerca nel campo dello smaltimento dei rifiuti nel 1969 con lo studio dei flussi di gas e percolato di quattro discariche in Ontario. In seguito ha pubblicato oltre 100 tra articoli, libri e pubblicazioni varie sullo smaltimento e le discariche di rifiuti solidi. Ha tenuto la cattedra universitaria di Ingegneria Civile all’Università di Waterloo ed è stato direttore associato del Canadian Water Network.

  • 2005 - John Pacey

    John Pacey, laureato in Ingegneria Civile presso l’Università di Washington e in Ingegneria Geotecnica al M.I.T., è stato fondatore di due società negli anni ’60 e ’70, tra le prime orientate esclusivamente alla gestione alla gestione dei rifiuti solidi, in particolare delle discariche. Ha pubblicato più di 70 articoli relativi alla localizzazione, alle indagini, alla progettazione, alle operazioni, ai pericoli e i benefici delle discariche e alle problematiche connesse al biogas. Consulente nella progettazione e nella gestione di numerose discariche e in questioni legali. Autore per primo di un testo sulla produzione e il recupero di biogas da discarica, è sempre stato all’avanguardia per quanto concerne le tecnologie innovative relative allo smaltimento in discarica, in particolar modo al biogas e all’evoluzione dei sistemi di impermeabilizzazione.

  • 2003 - Robert Kenneth Ham

    Robert Ham si è laureato in Ingegneria Chimica presso l’Università del Minnesota e ha conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria Civile presso Università di Washington. Ha lavorato per tre anni per la 3M Company a St. Paul, nel Minnesota, come ingegnere di processo e ha cominciato la sua carriera accedemica come assistente nel 1967 nell’Università del Wisconsin-Madison. I suoi interessi di insegnamento si sono incentrati principalmente sulla gestione dei rifiuti solidi e pericolosi.
    Nel 2013, la rivista Waste Management, pubblicherà un numero speciale in sua memoria.

  • 2001 - Eugenio De Fraja Frangipane

    Eugenio de Fraja Frangipane è stato professore presso il Politecnico di Milano e corsi di aggiornamento post-laurea in diverse università straniere. Ha promosso e diretto numerosi programmi di ricerca sull’inquinamento atmosferico, su vari corpi idirici (i fiumi Olona e Ticino, i laghi d’Orta e Varese e le lagune di Venezia e Orbetello) e sul trattamento e smaltimento dei rifiuti solidi. E’ autore di oltre 100 articoli pubblicati su riviste scioentifiche e tecniche italiane e straniere.Ha fondato e dirige le riviste Ingegenria Ambeintale e RS – Rifiuti Solidi. Ha presieduto associazioni italiane e internazionalidel settore (ANDIS, ISWA) ed è tra i fondatori del Club Europeo per i rifiuti. Come esperto di igiene ambientale dell’OMS è stato chiamato a aprtecipare a gruppi di studio e missioni in Siria, India e Grecia. Ha collaborato con l’Istituto Italo-Latino Americano per programmi di formazione e ricerca nel settore ambientale, progetti di trattamento di reflui urbani ed industriali così come di sistemi di controllo dell’inquinamento atmosferico, di impianti di depurazione di effluenti gassosi, studi di impatto ambientale.

  • 1999 - Masataka Hanashima

    Masataka Hanashima è stato Professore Ordinario presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Fukuoka, Giappone, dal 1975. Considerato uno dei più rinomati scienziati giapponesi nel campo della gestione dei rifiuti solidi, ha sviluppato il metodo della discarica semi-anaerobica, attualmente adottato nel 75% delle discariche presenti in Giappone e in altri paesi asiatici. Il sistema è noto nei paesi in via di sviluppo anche come metodo Fukuoka. Per l’importanza della sua ricerca nel settore della discarica controllata ha ricevuto nel 1980 il 7° Premio Giapponese per l’Ambiente, nel 1987 il Gran Premio della Società Giapponese di Esperti della Gestione dei Rifiuti solidi. I suoi lavori sui concetti  di discarica controllata sono largamente conosciuti e oggetto di generale apprezzamento.
    I suoi principali settori d’interesse nel campo della ricerca sono lo smaltimento finale dei rifiuti e la progettatzione delle discariche.